Vigliacchi figli di *******, …vergogna!

Chiunque abbia un briciolo di cervello capisce quanto sia insensata e illogica l’accusa ad Emergency di collaborare con i Talebani organizzando attentati all’interno dei suoi ospedali.
Anche guardando il video diffuso dai media si intuisce che qualcosa scricchiola vedendo con quanta facilità vanno a colpo sicuro sulle scatole contenenti le armi. Armi che, per inciso, non possono entrare in ospedale: sulla porta principale, vicino al simbolo di Emergency, c’è sempre la scritta “NO WEAPON” che costituisce l’unica condizione per poter accedere alle cure.
Marco Garatti, Matteo Dell’Aira e Matteo Pagani, i tre operatori umanitari italiani arrestati con l’accusa di voler uccidere il governatore dello Helmand, Gulab Mangal sono personaggi molto conosciuti nella cerchia di Emergency, non tanto per la loro predilezione verso bombe a mano e kalasnicov, così fosse non farebbero la vita che fanno, quanto per l’opera certosina di informazione da uno dei fronti di guerra meno conosciuti al mondo.
Già, i tre “terroristi” italiani, un medico, un infermiere e un esperto di logistica sono le firme di molti degli articoli che potete leggere su peacereporter, sono loro che, nelle pause tra un turno e l’altro, traducono le orrende verità raccontate dai giornalisti afgani sulla stampa locale e le fanno girare in rete dove la censura internazionale è impossibile. Verità sulle tremende violenze cui la popolazione civile è sottoposta dalle truppe di occupazione e dalla polizia locale, verità sulla corruzione imperante nel processo di ricostruzione, verità sulle condizioni di vita della gente celate al mondo dalla guerra.
Sono testimoni scomodi con il brutto vizio di scrivere, di raccontare, di denunciare quello che vedono. Chiunque stia cercando di mettere le mani su Emergency lo fa con l’unico scopo di far tacere una voce autorevole e indipendente che griderebbe al mondo intero lo scempio programmato da tempo su quella parte del paese in mano ai ribelli Talebani. Una carneficina dove non verranno risparmiate donne, vecchi e bambini innocenti, che dopo essere stati sepolti sotto tonnellate di macerie diventeranno tutti Talebani pronti a uccidere, terroristi disposti a farsi saltare per aria con l’unico scopo di imporre l’estremismo islamico al mondo libero.

G.Barile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...